1922

La storia del cantiere Patrone risale al 1922, quando Giuseppe Patrone dà inizio alla sua attività di maestro d’ascia e realizza artigianalmente a Ceriale i primi gozzi da pesca, a remi e a vela, costruiti secondo le linee tipiche dello storico gozzo ligure.

Discover our heritage
  1. Le eccellenti qualità costruttive del cantiere Patrone si distinguono nel mondo della nautica fin dai primi modelli di imbarcazione. La classe dinghy 12 piedi, nata nel 1920, detiene l’onore di ben ventisei vittorie ai campionati nazionali italiani.
  2. Pier Michele ed Ornella Moreno acquisiscono il Cantiere Patrone, arricchendo la storica artigianalità con l’innovazione dei materiali, della tecnologia e del design.
  3. Erede della prima pilotina cabinata risalente al 1970 (il Nautilus), il Patrone 25’ segna l’inizio di una nuova era: quella della nautica da diporto. Unendo ottima tenuta marina e abitabilità degli spazi tipici del gozzo ligure a grande autonomia ed alte velocità richieste dai tempi moderni; Uno dei grandi successi del cantiere che ne costruirà oltre 100 esemplari.
  4. Ispirati dal desiderio di interpretare la barca come un oggetto di cui si debba poter usufruire in modo facile e con piacere istintivo, il XXI secolo si apre con il varo di un nuovo accattivante modello. Il Patrone 42’ open, con un ponte in teak di 12 metri quadrati stupisce al Festival di Cannes e tutt’oggi affascina la clientela con le sue linee senza tempo.
  5. Orgogliosi dell’inimitabile tradizione italiana, il cantiere lancia con il ‘Patrone 27’ Special’ una nuova elegante versione di barca nella quale le radici dello stile mediterraneo e le raffinatezze del design made in Italy trova una brillante sintesi.
  6. Patrone festeggia il raggiungimento dei 90 anni di attività e contemporaneamente 50 anni di partecipazione alla Fiera Nautica di Genova, invitando clienti, amici ed appassionati a più eventi, tra cui il trofeo di golf ed il ‘Patrone Day’ ove un importante traguardo storico si trasforma in momento di gioiosa festa.
  7. Guidato da un forte spirito imprenditoriale, il cantiere Patrone acquisisce ufficialmente il prestigioso marchio Sciallino con l’intento di preservare la ricca e autentica tradizione del gozzo ligure, mantenendo distinte entrambe le gamme produttive dei due cantieri.  

Chi siamo

Per descrivere un’azienda ci si può affidare a tabelle, numeri e organigrammi societari. Tuttavia, noi abbiamo sempre pensato che la forza di un’azienda sia da ricercare negli obiettivi che si propone, nelle sfide che sa accettare, nelle difficoltà che sa superare. E così il valore del Cantiere Patrone Moreno si può leggere nei suoi bilanci e nella sua indipendenza, da sempre solida azienda privata ma, soprattutto, nelle sue strategie. Nella serie di sfide che abbiamo accettato in quasi 100 anni di storia, impegnandosi a vincerle.

Saper godere del proprio tempo è un lusso, perché il tempo è la cosa più preziosa che abbiamo. Il Cantiere italiano Patrone Moreno, vuole interpretare la barca come un oggetto da poter vivere con semplicità e piacere istintivo, così che il mare possa diventare per l’armatore il più bel posto sulla Terra.

"La tua seconda casa sull’acqua"

La nostra mission

Dove siamo

Il cantiere occupa un’area di proprietà di mq 5.000 nelle immediate vicinanze della Autostrada dei Fiori, uscita casello di Albenga. L’area è raggiungibile con autotreni pesanti per il trasporto delle barche con possibilità di manovra all’interno stesso dell’area del cantiere. Si compone di più fabbricati dedicati alle varie attività cantieristiche, tutti attrezzati con impianti a norma.