La Monaco Classic Week dal 13 al 17 settembre
Sarà presente MIO MAO, un ketch Sangermani di 14 metri del 1964, finemente restaurato dai nostri maestri d’ascia.

Il Salone Nautico di Genova dal 21 al 26 settembre
 
 

Patrone Day nei giorni 7 e 8 ottobre presso il porticciolo turistico di Alassio; potrete vedere da vicino alcuni modelli dei marchi Sciallino e Patrone.

Cantiere Navale Patrone Moreno

Per descrivere un’azienda ci si può affidare a tabelle, numeri e organigrammi societari. Tuttavia noi abbiamo sempre pensato che la forza di un’azienda sia da ricercare negli obiettivi che si propone, nelle sfide che sa accettare, nelle difficoltà che sa superare. E così il valore del Cantiere Patrone Moreno si può leggere nei suoi bilanci e nella sua indipendenza, da sempre solida azienda privata, ma soprattutto nelle sue strategie. Nella serie di sfide che abbiamo accettato, impegnandoci per vincerle. 

L’ultima in ordine di tempo è stata quella di arricchire le nostre imbarcazioni, già note per la qualità costruttiva e per la loro affidabilità in navigazione, di accorgimenti e raffinatezze di design; rendendole non solo ambasciatrici dello stile mediterraneo, ma anche portavoci del gusto made in italy.

È nata così la versione Special che ha visto nel suo primo esemplare, il Patrone 30’ Special, l’unione tra le ricercatezze stilistiche ed una dimensione (9,30 metri) più gestibile anche in considerazione delle emergenti tassazioni e strette fiscali.

Questa, come le tutte le precedenti che hanno segnato i quasi 100 anni di storia del nostro cantiere, è una scommessa che abbiamo vinto? Potete giudicarlo voi, perché la vera qualità e la bellezza non si raccontano, si toccano con mano. 
 
Saper godere del proprio tempo è un lusso, perché oggi il tempo è la cosa più preziosa che c’è. E qui in Italia, il Cantiere Patrone Moreno, vuole interpretare la barca, oggi più che in passato considerata bene di lusso, come un oggetto di cui si debba poter usufruire in modo facile e con piacere istintivo affinchè il mare possa diventare per te il più bel posto sulla Terra.

Il fascino del classico 
"La moda passa, lo stile resta lo stesso"

I clienti ai quali ci rivolgiamo individuano nel termine “classico” qualcosa di distinto, degno di esempio, un modello prestigioso contraddistinto da uno stile interamente italiano che oltrepassa le mode del momento.

I nostri armatori sanno di acquistare un bene di lusso, ma con la consapevolezza che il lusso innanzitutto significa valore e che il cantiere Patrone è capace di restituire al lusso il valore che merita, risintonizzandolo con i nostri bisogni più autentici: lo spazio, il tempo, il benessere, l’armonia.

Ciò avviene mediante l’offerta di barche di alta qualità al passo con i tempi e capaci di mantenere il loro valore, nel tempo; perché uno stile senza tempo è un lusso infinito.
 
 

Il made in Italy - La classe non è acqua

I gozzi Patrone, frutto della secolare tradizione marinara del popolo ligure, coniugano lo stile mediterraneo ed il gusto made in Italy a qualità costruttiva e affidabilità marina. Se una barca è bella perché naviga, allora deve avere attributi navali. Da sempre abbiamo prodotto barche costruite per navigare e non per rimanere ormeggiate in porto.

Una filosofia che abbiamo sempre condiviso e che, anche al momento dell’ideazione della versione Special, abbiamo sottolineato, con l’intento di realizzare una barca “bella da usare”.

Il valore della semplicità è per noi canone ispiratore di bellezza. Il valore della funzionalità elemento essenziale perché chiunque salga a bordo di un Patrone possa apprezzare il piacere di navigare, arricchendosi di un’esperienza emotiva e sensoriale sublime: l’olfatto è appagato dal profumo del legno, il tatto dalla texture di materiali pregiati, la vista da linee senza tempo ed, infine, l’udito da una navigazione veloce, ma silenziosa che consente di ascoltare il rumore delle onde…

Il fatto a mano - Un presente ancorato a solide radici

Le nostre barche sono indissolubilmente legate alla storia del gozzo ligure e alla perizia costruttiva dei maestri d’ascia grazie ai quali il nostro cantiere è stato insignito di ben quattro premi pionieri della nautica, nonché ad una costante ricerca sia di materiale che di applicazione.

Facciamo una produzione limitata per la difficoltà di reperire e selezionare le materie prime e per la necessaria lentezza dei processi produttivi; tenendo sempre presente che costruiamo barche personalizzate (talvolta fully custom) e questo implica una straordinaria cura del dettaglio, perché è da qui che prende forma quell’unicità che l’armatore sogna e richiede.

Tutte le lavorazioni sono eseguite e controllate da noi artigiani con procedimenti basati sul saper fare e sul gesto manuale. Ciascun manufatto è il risultato di un percorso creativo: una barca in cui è tangibile la passione e la saggezza di un artigiano.

La tecnologia e l'innovazione - Nel solco della tradizione, sulla scia dell'innovazione 

Nonostante il family feeling e la voluta dimensione artigianale del cantiere, da sempre ci proponiamo di restare al passo con i tempi sia in termini di prestazioni offerte che di metodi costruttivi.

La nostra sfida, forse più avvicente, è quella di riuscire a coniugare, su ogni nostro modello, processi industriali, alta artigianalità e tecnologia d’avanguardia con l’obiettivo di superare ogni controllo produttivo da parte del RINA e la Certificazione CE categoria di progettazione A.

Testimoni delle numerose innovazioni perseguite dal Cantiere, associato UCINA da più di 25 anni, vi è, tra le prime, il passaggio negli anni 70’ alla costruzione dei gusci in VTR, l’installazione del sistema di motorizzazione IPS e ultima in ordine di tempo, la realizzazione degli stampi all’interno di un capannone alimentato tramite energia prodotta da pannelli fotovoltaici ed attrezzato con impianti di aspirazione di ultima generazione e a norma di legge, affinchè la tecnologia sia sempre compatibile con l’ambiente.